Crea sito
Category Archives: L’onore e il rispetto stagione 2
L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 6

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 6

La dottoressa De Santis convoca Fred Di Venanzio in procura per interrogarlo sull’omicidio di donna Rosangela. Dal dialogo con Di Venanzio, la donna capisce che il boss ha un informatore all’interno della procura.Karim fa sapere a Rodolfo che il carico di droga è arrivato e lui manda il fratello Fortunato ad uccidere Tonio, ma all’interno del casolare di Mascalucia egli trova Carmela, appena fuggita dal convento dove era tenuta nascosta da don Raffaele, e non trova Fortebracci, andato all’appuntamento per ricevere il carico di droga. Carmela allora racconta al fratello che Rodolfo cominciò a violentarla per la prima volta quando aveva 11 anni e nutre da sempre per lei un amore morboso.Per evitare di essere ucciso, Rodolfo fa indossare i suoi occhiali da sole a Ricciotto, uno dei suoi sgherri, in modo da farlo uccidere al suo posto in un eventuale agguato. Infatti, durante la consegna della droga al porto, Tonio dà il segnale stabilito ai poliziotti mandati dalla De Santis. Per autodifesa, ne nasce una sparatoria, nella quale Ricciotto e Karim rimangono uccisi, e in seguito la polizia arresta Vituzzo Cancemi, il picciotto più fedele di Rodolfo.Fortunato, pieno d’odio per il torto che il fratello ha fatto a Carmela, va da suo zio Fred e gli consegna Rodolfo, che nel frattempo aveva preso in ostaggio l’innocente Melina e i bambini per estorcere a Tonio i 5 miliardi che doveva consegnare a Karim.Carmela, d’accordo con don Raffaele, chiede a suo zio Fred e a Tonio di risparmiare Rodolfo perché si è pentito del male che ha commesso. I due acconsentono e Fred regala a Rodolfo un volo privato per New York, intimandogli di non tornare mai più in Sicilia. Durante il tragitto in auto, però si scopre che l’autista è Tonio, che ferma l’automobile vicino al mare e picchia Rodolfo legandolo. Proprio mentre lo sta per uccidere, Rodolfo lo interrompe e gli dice che non è lui l’esecutore materiale dell’omicidio di Santi e del figlio e che si porterà nella tomba il nome di quello vero. Dopo aver detto ciò, si getta da solo giù dalla scogliera in mare, uccidendosi.

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 5

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 5

Fred Di Venanzio e i suoi picciotti arrivano al casolare, ma è troppo tardi: Dario e Assunta strangolata sono morti e Rodolfo e i suoi uomini sono andati a rifugiarsi nel bordello gestito da Mimì. Fred uccide il picciotto rimasto, che aveva ucciso Dario, vendicando il figlio.Donna Rosangela cade in uno stato di depressione per via della morte dei figli. Infatti al funerale di Dario e Assunta, tutti i capimafia si chiedono chi ora si occuperà degli affari della famiglia Rocca.Grazie all’aiuto di don Raffaele, Carmela si rifugia nel casolare di Mascalucia dove abita Tonio e i due iniziano a fare amicizia. Subito dopo Tonio incontra la giudice De Santis per dirgli che Rodolfo vuole mettere in piedi un traffico di droga ma la cupola mafiosa non è d’accordo. Inoltre lui gli chiede una foto di Di Venanzio ma lei scopre che l’unica che esiste è stata rubata dagli archivi della procura.Intanto Rodolfo chiede a Karim altro tempo per trovare i 5 miliardi di lire che gli deve per l’acquisto di un carico di droga, ma il libanese gli concede solo una settimana di tempo, oppure lo ucciderà.Durante una riunione della cupola mafiosa, Tonio propone un’idea per avvicinare Rodolfo: fingersi interessato al carico di droga e tenersi in contatto con Karim attraverso l’avvocato Vasile, promettendogli i 5 miliardi. Però Rodolfo scopre che c’è un altro acquirente e, credendo che l’interessato sia l’avvocato Vasile, lo fa uccidere da Fortunato e nasconde il dito dell’avvocato nel panino della colazione di Karim.Nel frattempo Tonio e Carmela s’innamorano. Ma lui incontra Fred Di Venanzio, che gli mostra una foto dove appare parzialmente suo nipote e scopre che Carmela non è altro che la sorella di Rodolfo, l’assassino del fratello Santi e di suo figlio. Per questo la caccia di casa, rimandandola da don Raffaele. Tornato dopo essersi ubriacato, Tonio si consola con la De Santis e i due finiscono a letto insieme.

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 4

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 4

L’avvocato Vasile, uscito da poco di prigione, chiama il narcotrafficante libanese Karim da una cabina telefonica e gli dice che ora le famiglie mafiose danno la caccia a Rodolfo Di Venanzio. Infatti Karim incontra Rodolfo perché gli deve 5 miliardi di lire da investire nel traffico di droga e gli punta una pistola alla testa perché gli è impossibile pagare il debito. Ma Rodolfo lo placa dicendogli che troverà i soldi con un sequestro di persona.Assunta è a disagio perché deve fare da serva a Rodolfo e ai suoi picciotti nel casolare abbandonato dove sono nascosti. Rodolfo però vuole sapere da Assunta in quale clinica privata donna Rosangela tiene Dario per disintossicarlo dalla droga, in modo da rapirlo e chiedere un riscatto.Carmela, tenuta chiusa nel casolare da Rodolfo, tenta il suicidio ma viene salvata in tempo dal fratello Fortunato. Intanto Tonio, su indicazione della giudice De Santis, si presenta ad una riunione della cupola mafiosa. Tuttavia i capimafia dichiarano di non fidarsi più di lui perché tiene ancora nascosti i loro soldi in Svizzera.Alla giudice De Santis viene affidata la scorta, che lei lascia per andare ad incontrare Tonio che gli racconta l’esito della riunione. Beniamino ruba dallo studio della giudice il fascicolo riguardante i fratelli Fortebracci e lo porta a donna Rosangela, che scopre così che è stato Tonio e non Santi ad uccidere suo marito Calogero.Intanto Antonia, la figlia di Melina, scopre casualmente che suo padre non è Santi ma Tonio. Melina nega la verità alla figlia, ma un giorno riceve la visita del perfido ed invadente parassita Manlio (Gabriele Greco), suo cugino, che tenta di violentarla. Allora Antonia cerca aiuto nel condominio e sulle scale trova Tonio, venuto per consegnare un libretto di risparmi a Melina. Appena entrato, Tonio picchia a sangue Manlio, uccidendolo e salvando l’amata cognata. Ma, dopo questi fatti violenti, Melina dice a Tonio che deve uscire dalla sua vita e da quella dei suoi figli e per questo lui mente ad Antonia, dicendole che Santi era il suo vero padre e non lui.

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 3

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 3

Alma Vinci va a Sirenuse, dove rivela a Santi che è decisa a riconoscere l’uomo misterioso che ha fotografato mentre corrompeva Maffei. I due, controllando l’archivio del commissariato locale, scoprono così che quell’uomo è Rodolfo Di Venanzio e Santi riconosce in lui il killer che gli ha sparato sul treno.Intanto Tonio si trova ancora in carcere e fa un patto con l’avvocato Vasile: se lasceranno in pace la sua famiglia, lui restituirà i soldi nascosti in Svizzera.Il fidanzamento tra Rodolfo e Assunta è osteggiato da donna Rosangela ed allora Di Venanzio la ricatta, minacciando di mostrare ai capimafia la copia del verbale nel quale si attesta che il figlio Dario è stato arrestato per possesso e consumo di droga, facendo così cadere il disonore sulla famiglia Rocca.Donna Rosangela si reca da Fred Di Venanzio per rivelargli che Dario è suo figlio perché molti anni prima loro due erano amanti.Rosangela avverte Tonio del pericolo che corre il fratello perché è nel mirino di Rodolfo, ma è troppo tardi: quando Tonio infatti cerca di telefonare a Melina, Santi viene ucciso per strada a colpi di mitragliatrice da Fortunato Di Venanzio, sotto gli occhi di Alma Vinci e Melina, che assiste terrorizzata alla scena dal balcone della casa di sua zia, vedendo morire il suo amore. Sfortunatamente Santi aveva in braccio il figlio neonato di Tonio, Nicolas, il quale muore mitragliato assieme allo zio. Subito dopo Fortunato rincorre Alma Vinci, ormai al corrente di troppe cose, e la uccide di fronte al cancello di una chiesa ed inoltre sgozza ed uccide il picciotto che l’aveva aiutato e lo accusa, per far presumere a tutti di aver invece vendicato il giudice.La sera stessa, nessun capomafia si presenta alla festa di fidanzamento di Rodolfo ed Assunta perché l’omicidio di Santi doveva essere deciso insieme agli altri boss. Infatti in una riunione della cupola mafiosa Rodolfo viene costretto da suo zio Fred a costituirsi alla polizia per evitare che le forze dell’ordine scoprano altro e viene espulso da Cosa nostra.

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 2

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 2

Tonio viene arrestato durante il funerale di Olga e portato in carcere.In una riunione della cupola mafiosa, donna Rosangela, che ha ottenuto da Fred Di Venanzio il permesso per occuparsi degli affari del defunto marito, dichiara l’intenzione di uccidere Tonio perché ha tradito Cosa nostra nascondendo i loro soldi in Svizzera.Intanto Santi incontra Tonio in carcere e lui gli chiede di occuparsi di suo figlio neonato finché resterà detenuto. Donna Rosangela invece viene portata da Beniamino nell’ospedale dove Melina è ricoverata per un’operazione chirurgica all’anca, con l’intenzione di iniettarle del veleno endovena mentre dorme. All’improvviso però il vero figlio di Melina e Santi, il piccolo Salvatore, si sveglia e donna Rosangela fugge via, dicendo a Beniamino che l’ultima cosa che vuole sono le lacrime di un bambino.Tonio viene picchiato nelle docce del carcere da tre uomini che gli vogliono far confessare dove ha nascosto i soldi ma lui si rifiuta di parlare; allora l’avvocato Vasile (Sebastiano Lo Monaco), detenuto perché si è occupato degli affari di Cosa nostra, tenta di corromperlo facendolo sedurre da una prostituta ed in seguito cerca di parlargli.Alma Vinci invece scrive un articolo per il suo quotidiano nel quale accusa Santi di aver riconosciuto il falso cadavere di Tonio, pur sapendo che era vivo. Intanto il procuratore Giulio Donelli vuole convincere Tonio a rivelargli i segreti di Cosa nostra ma lui si rifiuta di collaborare.Carmela Di Venanzio (Laura Torrisi), la coraggiosa e splendida sorella di Rodolfo, riceve in segreto la corte del picciotto Tommasino, ma i due vengono scoperti da Rodolfo, che picchia selvaggiamente il ragazzo. Dopo una visita medica, si scopre che Carmela non è più illibata ed allora Rodolfo uccide brutalmente Tommasino.Rodolfo Di Venanzio si serve di Assunta Rocca, perdutamente innamorata di lui, convincendola a farsi accompagnare dal fratello all’inaugurazione del Dancing, la nuova sala da ballo del paesino. Tuttavia durante i festeggiamenti,

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 1

L’onore e il rispetto stagione 2 episodio 1

Al funerale di don Calogero, l’anziano boss mafioso ucciso da Tonio Fortebracci alla fine della precedente serie, arriva il giudice Santi Fortebracci (Giuseppe Zeno) che fa le sue condoglianze alla vedova del capomafia, donna Rosangela Rocca (Angela Molina), che lo ritiene responsabile della morte del marito ed è decisa a vendicarsi.Subito dopo Santi si reca a Mascalucia, il suo paese natale, dove tiene nascosto, in un casolare di famiglia, il fratello Tonio (Gabriel Garko), ripresosi dalla terribile sparatoria (in cui è morto don Calogero) da cui si è salvato perché indossava un giubbotto antiproiettile sotto i vestiti. Santi è deciso a portare Tonio a Torino, dove testimonierà al processo contro i gangster, evitandogli così il carcere.Intanto Rosangela Rocca vuole convincere il figlio Dario (Sergio Arcuri) a prendere le redini della famiglia mafiosa gestita dal padre Calogero, mettendolo contro la sorella Assunta (Elena Russo). Ma fa il suo ritorno da Beirut, dove ha passato sette anni per sfuggire all’arresto, Rodolfo Di Venanzio (Vincent Spano), nipote del gangster italoamericano Fred Di Venanzio (Ben Gazzara), detto “il padrino” perché ricopre un ruolo di comando all’interno della cupola mafiosa.Tonio, con una scusa, prende la guida dell’auto di Santi e si reca a Lugano per cercare sua moglie Olga (Serena Autieri), che lo crede morto e sta per sposare Klaus Thorter, un riccobanchiere svizzero.Intanto la dolce Melina (Cosima Coppola), la moglie di Santi, riceve minacce da Beniamino (Paul Sorvino), un uomo di fiducia della famiglia Rocca, che le sottrae il figlioletto per qualche istante e le dà alcune informazioni sul marito, escluso dal processo contro i gangster perché ha fatto fuggire Tonio a Lugano. Melina quindi propone a Santi di rinunciare alla carriera di magistrato per salvaguardare i loro figli, ma lui rifiuta.