Il Clan dei Camorristi episodio 8

Il Clan dei Camorristi episodio 8

Dopo l’arresto di Ciccio Capuano (Francesco Di Leva, qui la nostra intervista) c’è l’esigenza di proteggerlo e di mettere quindi in piedi una scorta. Adriano (Pio Stellaccio, qui la nostra intervista), interpellato dal capitano, si rifiuta di farne parte, mentre Gennaro (Luca Sannino), che si sente in colpa per la fuga di Beppe D’Angelo (Gianluca Di Gennaro), decide di proporsi come volontario. Quando Patrizia (Serena Rossi, qui la nostra intervista) lo scopre, corre a parlare con Adriano, che non può fare altro che chiedere aiuto al giudice Esposito (Stefano Accorsi) per essere ammesso anche lui nella scorta e fare quindi da ‘balia’ a Gennaro.
O’Malese (Giuseppe Zeno) è sempre latitante, ma riesce a indire anche una riunione con tutti i boss della zona per prendere una decisione importante: uccidere Capuano. Prima però bisogna trovarlo, e tutti devono dare il loro contributo.
Anna (Francesca Beggio, qui la nostra intervista) è tornata a vivere dalla madre col piccolo Marco, almeno fino a quando le cose non si saranno sistemate a Castello, e sia lei che Andrea sentono fortemente la mancanza l’uno dell’altra. Cercare di riunirsi, però, non è pensabile, almeno fino a quando non sarà arrestato Russo.
D’Angelo, su richiesta di O’Malese, fa una visita, e non certo di piacere, al killer di don Palma per dargli un ordine: deve costituirsi e ammettere il suo delitto, soprattutto deve dire la verità, e cioè che a dare l’ordine di uccidere il prete è stato Capuano e non Russo, che anzi non ne sapeva nulla. L’uomo non può fare altro che presentarsi al giudice Esposito in procura e dire tutto quello che sa, anche e soprattutto per screditare Capuano, che rimane però fermo sulle sue posizioni: per lui è O’Malese il responsabile di quel delitto.

Comments

comments

Precedente Il Clan dei Camorristi episodio 7 Successivo Miami Vice stagione 2 episodio 10 L'ho Pagata e mi Appartiene