Crea sito
il Tredicesimo Apostolo stagione 2 episodio 5

il Tredicesimo Apostolo stagione 2 episodio 5

Gabriel ha lasciato il sacerdozio per vivere insieme a Claudia, quando una sua paziente e vecchia amica, Francesca, riesce a dar vita ad un mostro demoniaco in grado di uscire dai sogni di una persona per poi uccidere nella realtà. L’incubo riesce ad interagire anche con Claudia, che ne rimane così vittima. Grazie a questa esperienza, Claudia riesce a rivivere una parte dell’infanzia della sua paziente e a riconoscere la vera fonte di tutti gli incubi di Francesca: un dispetto quasi letale fatto alla madre, che sempre la rinchiudeva nel capanno per punizione. Claudia, insieme a Gabriel, cerca di contattare Francesca prima che l’uomo nero riesca ad uccidere suo marito, che negli ultimi giorni aveva notato lo strano comportamento della moglie e stava per portare via sua figlia. Giunti sul posto, però, Francesca dichiara che è troppo tardi ed infatti il marito è riverso a terra nel garage. Claudia stende la mano a Gabriel, chiedendogli inconsciamente di intervenire e tentare di salvarlo ricorrendo ai suoi poteri: l’operazione, incredibilmente, riesce. Nel frattempo Serventi è seriamente preoccupato per il destino di Gabriel, visto che ora che è fuori dalla Chiesa la confraternita di Padre Vargas può agire indisturbata senza infrangere il voto fatto.

Una giovane donna, Miriam, sente il pianto del figlio morto nelle profondità delle catacombe che si trovano vicino la sua casa e gli stessi suoni vengono uditi prima da una medium e poi dal parroco del luogo. In famiglia tutti credono che Miriam sia una povera pazza, ma dopo la misteriosa morte del parroco la ragazza non si rassegna e riesce così ad entrare in contatto con Padre Gabriel e Claudia Munari. Questi, intervenuti sul posto, pensano si tratti di semplici suoni riprodotti dal vento, ma ad una seconda ispezione, con l’aiuto di una crepa sulla parete, riescono finalmente a vedere che nel lato inesplorato delle catacombe si riunisce una setta satanica. Grazie alle indagini di Gabriel, ma anche alla scoperta fatta da Miriam stessa, il mistero è presto svelato: è la famiglia intera ad essere coinvolta in questo culto satanista ed i riti si ripeterebbero da più di quattro generazioni. La setta viene sgominata prima che riesca a sacrificare a Satana il figlio di Miriam, Angelo, e la ragazza può così fuggire via con lui e ricostruirsi una nuova vita. Nel frattempo Alonso, con la collaborazione di Rebecca, è riuscito a risalire ad un luogo dell’organizzazione di Serventi in cui si troverebbero degli importanti documenti. Padre Isaia, convinto da Vargas, vuole mettere a tacere Alonso prima che racconti tutto a Gabriel e così si avvale dell’aiuto della confraternita di cui ormai fa parte per ucciderlo. Il tentativo riesce a metà, perché nonostante la pugnalata Padre Alonso riesce a sopravvivere e ad indicare a Gabriel il luogo che aveva scoperto. Gabriel vi si reca insieme ad Isaia, trovando dei libri che testimoniano lo scontro tra Serventi e un Ordine segreto all’interno del Vaticano fin dal 1600: per un momento Isaia medita di farlo fuori con una pietra, ma vi rinuncia. Intanto Claudia viene portata con l’inganno da Rebecca nel covo di Serventi.

Comments

comments

Lascia un commento